Studio Legale Nostro | Ridimensionata la pretesa dell’agenzia delle entrate
286
post-template-default,single,single-post,postid-286,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-16.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

Ridimensionata la pretesa dell’agenzia delle entrate

Ridimensionata la pretesa dell’agenzia delle entrate

Nel 2014 la Sig.ra Caterina riceveva due avvisi di liquidazione dell’imposta su due versamenti su conto corrente, considerati quest’ultimi come donazioni. La Signora, purtroppo mal seguita da un precedente difensore, si era rassegnata a pagare circa 50.000 € tra imposte e sanzioni.  E come se non bastasse a fine 2017, alla contribuente, che nel frattempo è divenuta disabile,  fu notificato persino il fermo amministrativo dell’automobile. La missione era difficile, ma non ci perdemmo d’animo e a metà 2018, fu annullato il fermo amministrativo e successivamente pervenne  a seguito di istanza di riesame, lo sgravio parziale che ha ridotto del 50% il debito che la signora aveva con l’Agenzia delle Entrate. Un buon successo per Equa, che ha ridato il sorriso a chi lo aveva ormai perso.



× whatsapp